Legge di Stabilità 2015. Meno tasse per 18 mld

La legge di "Stabilità" per il 2015, che approderà alla Camera la prossima settimana, sta subendo ad opera della Commissione Bilancio alcune modifiche che non riguardano l’impianto generale del provvedimento, ma comunque importanti per i cittadini (iva degli e-book che scende dal 22 al 4%; 150 milioni di euro in più per i malati di Sla, canone Rai in bolletta). Nel frattempo, in attesa dell’opinione della Commissione europea, anche il Governo sta valutando alcune modifiche al testo della legge. Rivediamo nel dettaglio le principali misure contenute nella legge di Stabilità:

- Meno tasse per 18 miliardi;

- Gli 80 euro diventano una misura definitiva;

- Via gli alibi per chi deve assumere: zero contributi per i contratti a tempo indeterminato;

- Investimenti nei settori chiave del Paese: scuola, lavoro, giustizia;

- Riduzione del 70% del patto di stabilità per i Comuni;

- Più risorse per ricerca e innovazione;

- Spending review: taglio di 15 miliardi di euro;

- Recupero e contrasto dell’evasione per 3,8 miliardi e 1 miliardo dalle slot machines;

- Libertà per i lavoratori dipendenti di avere il TFR in busta paga con zero costi per le imprese.