Io voto Sì. Le ragioni di un percorso condiviso

Fra il testo vigente della Costituzione e la Riforma approvata dal Parlamento ci sono trenta mesi di lavori e sei letture con esami in Commissione e Aula. Un percorso lunghissimo e senza voti di fiducia. Gli emendamenti presentati sono stati 83 milioni, molti sono stati i rilievi accolti e le modifiche approvate. Si è lavorato per 174 sedute, 4 in più rispetto a quelle che si tennero durante l'Assemblea Costituente che si occupò di tutta la Carta Costituzionale e non solo della seconda parte. Allora si svolsero 606 votazioni questa volta 5271.

La forza politica principale che ha appoggiato la Riforma è stato il Partito Democratico i cui parlamentari hanno votato TUTTI la Riforma.
Adesso non riesco a capire perché alcuni hanno cambiato idea, non mi dicano che è per il combinato disposto Riforma-Italicum. Perché con l'adozione definitiva da parte del Parlamento l'Italicum c'era già.

#iovotoSi