A Sesto io sto' con Monica Chittò!

Compensi illegittimi e il fallimento di una società alle spalle. Non si direbbe per nulla un buon curriculum quello con cui si presenta agli elettori il candidato Roberto Di Stefano, ai ballottaggi di domenica, a Sesto San Giovanni.

Tra le qualità di un buon amministratore di sicuro vi sono: onestà e competenza. Competenza non pervenuta visto che il signor Di Stefano quando rivestiva la carica di amministratore delegato di BIC LA FUCINA, incompatibile paraltro con quella di consigliere al Comune di Sesto, non solo non è riuscito a valorizzarne l'esperienza positiva, ma l'ha addirittura portata al fallimento.

Onestà come sopra, dal momento che ha mentito ai suoi concittadini, firmando un "patto di legalità" nel quale dichiara di non essere sottoposto ad alcun procedimento, che invece pende alla Corte dei Conti per i compensi illegittimi ricevuti come Ad de La Fucina.

A Sesto San Giovanni io sto con Monica Chittò!