Ok alla Legge europea 2017

L'aula della Camera ha approvato con 259 voti favorevoli e uno contrario il disegno di legge sulle "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017". Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Si tratta di una legge annuale, ne abbiamo varata una ad anno, che garantisce gli adempimenti e il controllo delle infrazioni in ambito europeo.

Il Ddl contiene una serie di norme di carattere eterogeneo che riguardano, tra l'altro, la libera circolazione delle merci, giustizia e sicurezza, fiscalità, lavoro, tutela della salute e dell'ambiente e le telecomunicazioni (roaming Ue). La legge europea di quest'anno consente, in particolare la definizione di tre procedure di infrazione e una serie di casi Eu-Pilot (richieste di informazione agli Stati che possono prevenire possibili procedure d'infrazione).

In definitiva la legge europea ha consentito e favorito il continuo aggiornamento della normativa nazionale con il quadro normativo europeo. Se il nostro Paese è riuscito a ridurre il numero di infrazioni nei quali incappava negli anni, lo deve a questo strumento legislativo. Nei passati governi l'Italia era "maglia nera" per numero di infrazioni. Nel 2007, ad esempio avevamo 213 contenziosi, oggi siamo scesi a 66 procedure d'infrazione. La legge europea permette infatti un tempestivo raccordo fra Governo e Parlamento, onde applicare correttamente le norme UE. (Roma, 22 luglio 2017)

In allegato il dossier di approfondimento