Fine Legislatura, tempo di bilanci

Il Presidente della Repubblica Mattarella, con lo scioglimento delle Camere, ha decretato la fine della XVII Legislatura. Il nostro lavoro parlamentare, che ho cercato di rendicontare periodicamente da questo sito e con le newsletter, è terminato. Un primo bilancio possiamo cominciare a farlo: è stata per me una legislatura impegnativa, ricca di lavoro, con tanto studio e tantissimo lavoro, sia in sede di Commissione Affari Sociali che in Aula.

Difficile riassumere in poche righe il tanto e competente lavoro realizzato in questi oltre mille giorni dal gruppo parlamentare del PD. Una cosa è certa, il gruppo PD ha dato il massimo nel sostenere la maggioranza e i Governi che si sono succeduti fino all'ultimo guidato da Paolo Gentiloni. Abbiamo dato vita a leggi, riforme e norme che hanno, a mio avviso migliorato la vita degli italiani. Siamo riusciti a rimettere in ordine i conti dello Stato (che voglio ricordare nel 2013 era sull'orlo del baratro), abbiamo normato su temi inerenti i diritti civili e la dignità degli italiani e finalmente abbiamo impostato delle riforme che stanno sostenendo la crescita e il rilancio economico e sociale del Paese.

Il lavoro è terminato? Potevamo fare meglio? L'Italia è completamente salva? Rispondo che tantissimo si è fatto, nella direzione giusta, ma ancora molto resta da fare. Il mio augurio per il 2018, a proposito auguri a voi e alle vostre famiglie, riguarda un nuovo anno che sia ricco di lavoro, impegno e coerenza! Noi Democratici abbiamo il compito di proseguire sulla strada per un'Italia più moderna, più forte e più civile.  (Milano, 10 gennaio 2018)