Festa de l'Unità a Paderno. Una comunità che discute

Una comunità viva è una comunità che discute, si incontra, dialoga e apprfondisce. Questo vogliamo fare a Paderno Dugnano dal 7 al 10 settembre prossimi, questo è il messaggio che vogliamo lanciare dalla Festa de l'Unità di Paderno Dugnano, edizione 2017.

Mentre la città è in vacanza stiamo cercando adesioni e programmando dibattiti interessanti, non solo su temi di scala nazionale e internazionale, come i vaccini o l'accoglienza ai migranti, ma anche il consumo di suolo a Paderno. Si tratta di un tema, quest'ultimo che vogliamo approfondire, rilanciato dalla maggioranza di centrodestra con progetti dal forte impatto per la nostra città. L'altra importante novità, oltre ai contenuti, della Festa de l'Unità padernese sarà il luogo: questa edizone saremo nel cuore della città, presso la piazza del Mercato in via Oslavia.

Ecco alcune anticipazioni della Festa da un programma, tuttora work-in-progress. L'inaugurazione della Festa, giovedì 7 settembre, alle ore 18, avrà per tema l'Accoglienza ai migranti.Ospiti: l'on.le Paolo Beni, membro della Commissione bicamerale sull'Immigrazione e don Massimo Mapelli della Caritas Ambrosiana. Alle ore 21 Giorgio Gori, sindaco di Bergamo e candidato del centrosinistra alle prossime regionali, presenterà, insieme al segretario regionale Pd Alessandro Alfieri, la Proposta democratica per la Lombardia. 

Venerdì 8 settembre la festa dell'Unità padernese ospiterà, alle ore 18, Maria Elena Boschi, già Ministro per le Riforme e attuale Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Con lei discuteremo sul tema "PD una comunità in dialogo. I "Mille giorni" del Governo Renzi e la continuità con il Governo Gentiloni".
In serata un caffè democratico con l'on.le Lia Quartapelle della Commissione Esteri della Camera e l'eurodeputato Patrizia Toia, capodelegazione del PD al Parlamento Europeo.

Queste le principali iniziative confermate, le altre e il programma dettagliato saranno rese note nelle prossime settimane.Alla Festa democratica sarà possibile trovare stand gastronomici e intrattenimento per grandi e piccini, per tutti i gusti e le età. Dal 7 al 10 settembre vi aspettiamo alla Festa de l'Unità di Paderno Dugnano. (Paderno Dugnano, 11 agosto 2017)


Paola Cattin, segretaria PD di Paderno Dugnano

on.le Ezio Casati, deputato PD

Auguri al nuovo arcivescovo Delpini, grazie card. Scola

delpiniOggi con la nomina del nuovo Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, Papa Francesco ha voluto dare un segnale importante ad una delle diocesi più grandi del mondo. La nomina del nuovo Arcivescovo, fatta all'interno della stessa struttura diocesana, si pone in continuità con i precedenti pastori ambrosiani. Mons. Mario Delpini, infatti, oltre ad essere stato fino ad oggi il Vicario Generale, ed avere ricoperto importanti incarichi nella formazione del clero, è stato stretto collaboratore dei vescovi Carlo Maria Martini, Dionigi Tettamanzied Angelo Scola. Questa sua esperienza straordinaria, a fianco di uomini e pastori eccezionali, sarà per lui utile come riferimento ed esempio.

Quello che mi colpisce di Monsignor Delpini sono la semplicità, la particolare attenzione ai sacerdoti e la sobrietà. Doti insomma che faranno di lui un'ottima guida per la complessa realtà milanese e più in generale ambrosiana. Come non essere colpiti, infine, dalle sue prime dichiarazioni rivolte ad una Milano accogliente, multiculturale e rispettosa di tutte le comunità e le fedi. Non dimentichiamo, infatti, che nella nostra Diocesi ambrosiana la chiesa (con stile determinato - mai invadente della laicità dello stato) ha sempre avuto una funzione importante di stimolo e collaborazione con le istituzioni e con l'impegno politico-sociale e culturale.

Al cardinale Angelo Scola si deve riconoscere l'importante lavoro svolto e va il sentito ringraziamento mio e di tutti gli ambrosiani. Al nuovo arcivescovo Mario Delpini i miei sentiti auguri di buon lavoro e buon impegno pastorale, certo che il suo lavoro potrà essere utile per la coesione e la collaborazione di tutti gli ambrosiani al bene comune. (Milano, 7 luglio 2017)

On.le Ezio Casati

Denunciamo insieme la sfilata fascista

COMUNICATO STAMPA 
 

Paderno Dugnano, 3 ottobre 2016

Sabato scorso via Rotondi è stata palcoscenico di un gruppo di circa 30 giovani che in formazione squadrista, inneggiando al duce e alle idee del fascismo, brandendo tra le mani un fascio di tubi, salutando con braccio teso e alto ha sfilato dall’altezza di piazza della Resistenza fino alla stazione.

È facile, ma anche superficiale, commentare l’episodio come una ragazzata, come un comportamento aggressivo e strafottente di giovani annoiati o in cerca di emozioni forti. L’episodio è da denunciare, da stigmatizzare, da portare all’opinione pubblica perché la violenza di quel periodo storico, le voci di quei cori, l’arroganza di quegli sguardi non può essere solo un fatto storico, legato alla memoria dei nostri nonni e dei nostri genitori. Quell’odio, quell’arroganza sono ancora qui.

 

Il Partito Democratico richiama tutti, gli altri partiti politici, movimenti, liste civiche, nonché istituzioni civili e religiose a riflettere sull’episodio di sabato, a denunciarlo pubblicamente e invita ciascuno, ogni cittadino, a ripensare e rivedere le modalità e i toni delle comunicazioni, del vivere insieme.

 

Non può la diversa posizione su questioni, fatti, eventi sempre e comunque sfociare in espressioni aggressive e violente anche solo verbali. Violenza genera violenza (Martin Luther King) e l’episodio di sabato ne è un funesto esempio.



Paola Cattin

Segretario cittadino PD  

Antonella Caniato Capogruppo PD al Consiglio Comunale