Manovra, Dl 50-2017, conti in ordine e sviluppo

La Camera dei Deputati ha recentemente approvato il dl 50-2017 meglio noto come manovra di primavera. Si tratta di una serie di misure correttive adottate per rispondere alle richieste della Commissione Europea. Il testo, ora al vaglio del Senato, merita di essere approfondito. Ecco le principali linee guida del dl 50:

- la correzione dei conti pubblici,
- le iniziative a favore degli enti territoriali,
- nuovi interventi per le zone terremotate (1 miliardo di euro)
- nuove misure per lo sviluppo.

Tra le principali novità della manovra, del valore complessivo di 3,1 miliardi, mi fa piacere sottolineare:

-la stabilizzazione di oltre 15mila precari della scuola pubblica;

-l'introduzione della web tax, i cui ricavi saranno destinati al Fondo per le politiche sociali;

- nuove risorse per scuole pubbliche e strade;

- viene garantita la continuità dell’attività di Alitalia.

Ecco i principali settori normati dalla manovra 2017.

CONTRASTO ALL'EVASIONE - GETTITO IVA - VOLUNTARY DISCLOSURE BIS
Per quanto riguarda gli interventi sulla parte delle entrate, ci siamo concentrati sull’esigenza di coniugare il contrasto all'evasione fiscale e la garanzia del gettito IVA con la necessità di non caricare ulteriori gravosi adempimenti burocratici e limitare criticità di liquidità e di cassa per imprese e professionisti (split payment). Proprio in merito allo split payment - il meccanismo di scissione dei pagamenti iva - si stabilisce di estenderlo a tutte le amministrazioni, agli enti inclusi nei rapporti con la PA nonché a quei soggetti ad alta affidabilità (ad esempio società controllate dallo Stato, società quotate in borsa). Con un emendamento, approvato in Commissione Bilancio, inoltre si riducono i tempi di rimborso dell'iva, dagli attuali 90 giorni a 65 giorni.
Un altro emendamento prevede sanzioni meno severe in caso di errori nel calcolo delle somme autoliquidate dal contribuente che aderirà alla voluntary disclosure.

WEB-TAX, UNA NOVITA' IMPORTANTE
Sulla web tax, una novità paventata da molti e finalmente introdotta, occorre dire che i proventi saranno destinati al Fondo per la non autosufficienza e al Fondo per le politiche sociali, per un ammontare non inferiore a 100 milioni di euro annui, mentre la restante parte sarà destinata al Fondo per la riduzione della pressione fiscale.

CEDOLARE SECCA - ECOBONUS
Tra le altre misure, viene estesa la cedolare secca con un'aliquota al 21% sui redditi derivanti dalle locazioni brevi di immobili ad uso abitativo (cosiddetta norma Airbnb) e si estende fino al 31 dicembre 2021 la possibilità, per i cosiddetti contribuenti incapienti di cedere l’ecobonus per i lavori condominiali per l'incremento dell'efficienza energetica.

TABACCHI E TAGLIO DELLE SLOT MACHINE
Vi sono poi le norme che incrementano la tassazione sui tabacchi e sui giochi e con le quali si dà attuazione al piano di riduzione del numero delle slot machine. Grazie ad un emendamento appovato in Commissione viene anticipata al 2018 la riduzione delle slot machine dalle attuali 400mila a 265mila. Il taglio avverrà in due fasi: riduzione del 15% entro il 31 dicembre 2017 (scenderanno a 345mila) e di un ulteriore 19% entro il 30 aprile 2018 (scenderanno a 265mila).

ADDIO STUDI DI SETTORE
Al posto degli studi di settore saranno introdotti gli indici sintetici di affidabilità fiscale dei contribuenti, a cui saranno correlati benefici specifici in relazione ai diversi livelli di affidabilità. L'obiettivo esplicito è quello di favorire l'emersione spontanea delle basi imponibili e stimolare l'assolvimento degli obblighi tributari da parte del contribuente, migliorando la collaborazione tra questo e l'amministrazione finanziaria.

MISURE PER GLI ENTI LOCALI
Un altro blocco di misure importanti riguarda le disposizioni in materia di enti territoriali e di enti locali. Si va da misure che introducono disposizioni volte ad agevolare l'approvazione dei bilanci da parte di province e città metropolitane, alla revisione e alla predisposizione delle metodologie per la determinazione dei fabbisogni e delle capacità fiscali standard delle regioni a statuto ordinario nelle materie diverse dalla sanità, a misure importanti in materia di personale dei comuni e delle province, che iniziano a sbloccare i turnover del personale, seppure parzialmente, a partire dai comuni più piccoli fino a quelli con popolazione inferiore ai 3.000 abitanti.

SOSTEGNO AI TERRITORI TERREMOTATI
Sugli interventi per le zone colpite dagli eventi sismici: sono stati assegnati spazi finanziari volti ad agevolare l'effettuazione di investimenti connessi alla ricostruzione da parte degli enti locali colpiti, misure volte a sostenere le capacità di progettazione dei comuni, misure volte a sostenere ulteriormente le imprese del settore turistico e del commercio. Si rafforzano le zone franche urbane, si mettono a disposizione maggiori risorse per la copertura dei cosiddetti danni indiretti derivanti dagli eventi sismici, misure volte a regolarizzare e a dare risposta alle istanze presentate dalle imprese agricole relativamente ai danni subiti da eventi calamitosi, anche diversi dal terremoto.

TRASPORTI
Molto importanti anche le misure sul sistema dei trasporti con interventi sulla gestione delle reti ferroviarie regionali e con iniziative volte prima di tutto a rafforzare la sicurezza ferroviaria anche mediante il coinvolgimento di Rete ferroviaria italiana; le norme che prevedono il trasferimento a Ferrovie dello Stato delle azioni di ANAS; le norme di modifica del codice degli appalti dal punto di vista del potenziamento della struttura e anche della capacità di iniziativa dell'Anac stesso; sono importanti le norme per il trasporto su strada con il rifinanziamento di alcuni fondi per il settore dell'autotrasporto.

PRESTITO "PONTE" ALITALIA - START UP - ENERGIA
Sono state, inoltre, inserite nel testo le norme relative al prestito ponte per garantire il funzionamento e il servizio di Alitalia e tutta una serie di altre norme che riguardano le piccole e le medie imprese, le start up innovative, gli interventi sull'energia; una serie di misure volte a sostenere le iniziative di sviluppo del sistema economico del nostro Paese.

SCUOLA E CULTURA
Altrettanto importanti le norme in materia di istruzione e di cultura. Sono stati stanziati i fondi per la stabilizzazione di 15.100 docenti precari provenienti dall'organico di fatto. Sono, inoltre previsti interventi sulle istituzioni di alta formazione artistica e musicale (AFAM) e sui sistemi bibliotecari locali. Per gli incarichi di direttore di istituti e luoghi della cultura di rilevante interesse nazionale non si costruisce una norma anti-TAR ma si afferma il principio per il quale i nostri luoghi di cultura ambiscono a poter avere alla loro direzione le migliori professionalità e competenze a livello internazionale. Nel corso dell'esame sono stati disposti anche incentivi fiscali nel settore dell'editoria e delle emittenti locali.

LAVORO OCCASIONALE - MA NON CHIAMIAMOLI VOUCHER
Si è intervenuti sul lavoro occasionale: con la norma approvata, che risponde e raccoglie esigenze rappresentate da quasi tutti i gruppi parlamentari, si risponde alle necessità delle imprese e delle famiglie, dei lavoratori occasionali, di contrasto al lavoro nero. Non si ripristinano i voucher, si introducono due istituti completamente diversi, limitando gli ambiti per le imprese e impedendo abusi, garantendo piena tracciabilità ai diritti dei lavoratori.

Lo dico chiaramente non vengono reintrodotti i voucher aboliti in precedenza, ma occorreva coprire un vuoto normativo. Si tratta di uno strumento nuovo, diverso, alternativo, per famiglie e piccole imprese che assicura tutele previdenziali e assicurative. In particolare, è introdotta per la prima volta una definizione di lavoro occasionale basata su identici limiti economici applicabili a tutti i prestatori e a tutti gli utilizzatori occasionali individuati dalla nuova disciplina: famiglie, microimprese fino a 5 dipendenti e pubbliche amministrazioni in presenza di esigenze temporanee ed eccezionali. Ciascuno potrà acquisire o rendere prestazioni occasionali entro il limite massimo complessivo di 5.000 euro all’anno, mentre non potranno superare i 2.500 euro i compensi ricevuti in un anno dal singolo prestatore da parte del medesimo utilizzatore: un vincolo di per sé idoneo ad escludere ogni possibilità di ricorso sistematico a tali strumenti. A questi lavoratori occasionali sarà riconosciuto il diritto a un compenso orario minimo, al riposo giornaliero, alle pause ed ai riposi settimanali, alla tutela della salute e alla sicurezza, nonché il diritto alla contribuzione previdenziale alla gestione separata INPS (33%) e a quella assicurativa INAIL (3,5%).

FONDO PER IL LAVORO AI DISABILI
Viene incrementato poi di 58 milioni per il 2017 il Fondo per il diritto al lavoro dei disabili e vi è una serie di altre misure previdenziali e organizzative; ci sono misure che riguardano il potenziamento dell'organico della Corte dei conti; misure sulla eliminazione del conio delle monete da 1 e 2 centesimi.

Per concludere mi sembra importante sottolineare l'effetto migliorativo che questa manovra avrà sui conti pubblici: circa 0,2 punti percentuali di PIL. Inoltre le maggiori risorse reperite per i prossimi anni saranno destinate ad una parziale disattivazione delle cosiddette clausole di salvaguardia, quelle allo scattare delle quali aumenterebbe l’IVA.

In allegato il dossier di approfondimento

Agricoltura bio, approvata la nuova legge

Agricoltura biologica, un'eccellenza italiana da tutelare e incentivare. L'Italia è infatti leader mondiale nelle produzioni agricole biologiche. Oltre 60.000 aziende agricole italiane applicano i metodi di coltivazione biologica in una superficie molto estesa (più di un milione e mezzo di ettari - oltre il 12% della superficie agricola). Collegate ad esse altre 8.000 imprese trasformano la materia prima biologica prodotta, impiegando, in tutto il comparto circa 250mila addetti, molti dei quali giovani e donne con elevati livelli di istruzione e formazione.

Per tutelare questo segmento della nostra agricoltura, per darle slancio e offrire una sempre maggiore qualità abbiamo recentemente approvato questa nuova legge. Le principali novità sono rappresentate dalla definizione delle autorità competenti, della realizzazione di un piano nazionale di sviluppo, di un fondo per lo sviluppo, dalla ricerca e formazione e dalla creazione dei distretti biologici. Avanti tutta con la bio-agricoltura italiana.

In allegato il dossier di approfondimento

Riforma della legittima difesa

Lo scorso 4 maggio la Camera dei Deputati ha approvato, in prima lettura (ora il testo è al vaglio del Senato), un testo che modifica le norme sulla legittima difesa. Mi sembra opportuno, anche per smontare le grandi strumentalizzazioni e inesattezze fatte circolare, dare alcuni elementi di riflessione partendo da quelli che sono i contenuti fondamentali della norma.

Il tema sicurezza è senza ombra di dubbio oggetto di continue strumentalizzazioni politiche, ad opera di movimenti e partiti destrorsi e populisti. Ma non per questo i cittadini perdono il sacrosanto diritto ad essere difesi e tutelati dallo stato. Quando delinquenti e rapinatori senza scrupoli entrano nelle case dei cittadini per derubarli si realizza una situazione di grave pericolo al quale gli stessi cittadini vittime dei reati, impossibilitati a chiamare le forze di polizia, possono reagire con la legittima difesa.

Il provvedimento approvato non stravolge la materia che continua ad essere normata dalla legge del 2006 ma va solo a modificare gli articoli 52 e 59 del Codice penale. Quali sono allora le novità introdotte?

- le situazioni che vengono considerate “legittima difesa” vengono "ampliate" con una modifica al secondo comma dell’art. 52 cp. Si considera legittima difesa la reazione a un’aggressione commessa in tempo di notte, ovvero la reazione a seguito dell’introduzione in casa, in negozio o in ufficio, con violenza alle persone o alle cose, ovvero con minaccia o con inganno;

- si precisa anche l'ambito di applicazione della fattispecie dell’eccesso di legittima difesa, prevedendo (un emendamento della Commissione) l'esclusione della colpa quando la reazione sproporzionata della persona offesa è causata dal grave turbamento psichico determinato da un pericolo attuale per la vita, per l’integrità fisica, per la libertà personale o sessuale;

- le spese legali di chi dovrà affrontare un processo per legittima difesa saranno a spese dello Stato: anche questa è una modifica prevista da un emendamento della commissione al testo all’esame dell'Aula. Per il 2017 gli oneri previsti a tale scopo ammonterebbero a 295mila euro.

Si tratta quindi di un provvedimento molto equilibrato che non legittima nessuna giustizia "fai da te" e nessun "far-west" ma meglio definisce, ampliandone le fattispecie, i termini della legittima difesa. Diciamo che si tratta di una norma che conferisce al cittadino vittima di violenza maggiori garanzie per vedere garantita la sua risposta. Anche l'eventuale reazione sproporzionata sarà valutata in maniera attenuata se avvenuta nel momento di concitazione e gravissimo turbamento psicologico e fisico subito. Lo stato poi sostiene il cittadino che ha agito in legittima difesa nell'eventuale procedimento giudiziario.

Senza voler strumentalizzare le paure e le preoccupazioni dei cittadini, abbiamo approvato un testo che ha l'obiettivo di migliorare la sicurezza degli italiani, senza alimentare paure e ulteriori violenze.

Per un approfondimento, in allegato il testo approvato

e la scheda di approfondimento.