PRIMO PIANO AGENZIE DI STAMPA E PROPOSTE POLITICHE

  • festa pd 2017
  • dati istat
  • eurogruppo
  • tortura
  • manovraSLIDER
  • legittima difesa
  • testamentobiologicoSLIDER
  • nuovi lea
  • festa pd3
  • ciampi2
  • delega contrasto pove
  • dopodinoi 1350x900
  • Consumo di suolo1
  • unioni civili 640x640
  • mattonella EQUO
  • milano-limbiate
  • parlamento 640x428
  • enti locali
  • riforma PA2
  • anticorr
  • JobsAct
  • terzo settore 2
  • roma strage tunisi 620x310
  • mobilitazione Collinetta
  • mattarella
  • evasione fiscale
  • agende rosse
  • coop sviluppo
  • banche
  • microcredito-logo 840693

  • legge Malattia mentale - casati e ass.ni 2
  • FESTA DE L'UNITA' 2017 A PADERNO DUGNANO
  • DATI ISTAT, IN CALO LA DISOCCUPAZIONE
  • OK DELLA CAMERA ALLA LEGGE "EUROPEA 2017"
  • FINALMENTE, ANCHE IN ITALIA, IL REATO DI TORTURA
  • MANOVRA, IL DL 50-2017 IN SINTESI
  • RIFORMA DELLA LEGITTIMA DIFESA, IL CONTENUTO DELLA NORMA
  • TESTAMENTO BIOLOGICO, IL Sì DELLA CAMERA
  • NUOVI LEA, UN PASSAGGIO STORICO PER LA SANITA' ITALIANA
  • FESTA UNITA' PADERNO DUGNANO, UN GRADITO RITORNO
  • GRAZIE PRESIDENTE CIAMPI, UN GRANDE ITALIANO, UN GRANDE EUROPEO
  • CONTRASTO ALLE POVERTA', LA LEGGE DELEGA
  • DOPO DI NOI, APPROVATA LA NUOVA LEGGE
  • STOP AL CONSUMO DI SUOLO, LA NUOVA LEGGE
  • UNIONI CIVILI, UNA LEGGE CON NUOVI DIRITTI ED EQUILIBRIO
  • EQUO SOLIDALE, VERSO UNA LEGGE NAZIONALE
  • TRANVIA MILANO-LIMBIATE, IL GOVERNO APPROVA UN ODG
  • REATO DI OMICIDIO STRADALE, LA CAMERA APPROVA
  • ENTI LOCALI, UNA LEGGE CON RISPOSTE AI TERRITORI
  • VARATA LA RIFORMA DELLA PA
  • IL DDL ANTI-CORRUZIONE E' LEGGE
  • PRIMO MAGGIO, FARE RIPARTIRE IL LAVORO
  • STRAGE DI TUNISI, RISPONDIAMO CON LA DEMOCRAZIA
  • RHO-MONZA. PREOCCUPAZIONE PER LA COLLINETTA, MA MANCA IL PROGETTO
  • MATTARELLA ELETTO CON 665 VOTI. AUGURI PRESIDENTE
  • LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE E RIENTRO DEI CAPITALI DALL'ESTERO
  • DEPISTAGGIO, UN NUOVO REATO NEL CODICE PENALE
  • COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO, UNA NUOVA VISIONE INTERNAZIONALE
  • PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO, NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE
  • MICROCREDITO, MISURE PER L'INCLUSIONE SOCIALE
  • SALUTE MENTALE, A 36 ANNI DALLA "BASAGLIA" UNA NUOVA LEGGE

EZIO CASATI DEPUTATO DEL PARTITO DEMOCRATICO

FACEBOOK PROGETTI, IDEE E PROPOSTE POLITICHE

TWITTER SEGUI E DIFFONDI LE INIZIATIVE DI EZIO

Vaccini, una legge per tutelare gli indifesi

Lo scorso 27 luglio, non senza polemiche e proteste, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge sui vaccini obbligatori. Il decreto è stato approvato con 296 voti favorevoli dalla maggioranza, 92 contrari e allineati e compatti Lega Nord e M5 Stelle, 15 astenuti. Sono soddisfatto di questo risultato e di fronte alla disinformazione che corre in rete o portata avanti da comitati di cittadini, ribadisco l'approfondimento e la serietà con la quale abbiamo affrontato il tema. e parlo con cognizione di causa, facendo parte della Commissione Affari Sociali.rtroppo sono state diffuse molte notizie false, prive di qualunque fondamento scientifico, che hanno descritto i vaccin

Radicalismo Jihadista, varate nuove misure

La Camera dei Deputati ha approvato, lo scorso 20 luglio, in prima lettura, la proposta di legge sulle “Misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell'estremismo jihadista”. Hanno votato a favore i deputati della maggioranza, contrari, è bene ricordarlo: i gruppi del centrodestra e il Movimento 5 Stelle. Con queste misure l’Italia si dota di una strategia per la prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione e di diffusione dell'estremismo jihadista, la cui necessità si era resa molto forte vista l'evoluzione del terrorismo e l'aumento negli ultimi anni in tutto l'Occidente, del numero di simpatizzanti sempre più giovani. to l'articolo

Incontriamoci alla Festa de l'Unità metropolitana

Come consuetudine, ormai gradita e consolidata, anche questa estate si svolge la Festa democratica metropolitana di Milano.Come consuetudine, ormai gradita e consolidata, anche questa estate si svolge la Festa democratica metropolitana di Milano.La Festa de l'Unità è per me una tradizione gradita, il luogo naturale per incontrarci e incontrare la città. Il luogo dove il dibattito politico si svolge con passione e sincerità, il luogo dove le opinioni, i progetti, le idee politiche si confrontano senza censure e senza paure.
t'anno il tema scelto si intitola "Oggi Milano, domani Lombardia" per focalizzarci meglio sui prossimi impegni elettorali dove, il prossimo anno, andremo a contendere a

Reato di tortura, anche in Italia

Dal 5 luglio anche l'ordinamento giuridico italiano ha il reato di tortura. La Camera dei Deputati ha infatti votato, dopo il quarto passaggio ed un iter lungo (la prima proposta di legge è del 2013) la legge che introduce nel codice penale gli articoli 613-bis e 613-ter. Si tratta di un passaggio fondamentale per l'Italia, un riconoscimento storico, un po' tardivo, di tutta una serie di Convenzioni e trattati internazionali - dalla Dichiarazione dei diritti dell'uomo del 1948 fino alla Convenzione Onu del 1984 e allo Statuto di Roma del 1998, che ha istituito la Corte penale internazionale.

La tortura, palese violazione di tutti i diritti umani, va estirpata a qualsiasi livello ed è impo

Amministrative 2017. Cosa serve per vincere

Non è facile in queste ore essere lucidi e sereni dopo l’esito non positivo delle elezioni amministrative. Si sono configurate una coalizione-alleanza ufficiale ed un sentimento contro il PD. In questo scenario, però, il più grande partito in Italia, quello dell’astensione, risulta il grande vincitore di questo turno elettorale.

Il centrodestra riesce a ricompattarsi, facendo un cartello elettorale, nonostante le grandi contraddizioni che lo attraversano. Dai populismi ai sovranismi in contrasto con quel pizzico di moderatismo-europeismo di Forza Italia. Che dire dei nuovi 5Stelle? Dichiarano mai alleanze e poi, a detta degli analisti politici, se devono scegliere stanno in buona parte con

A Sesto io sto' con Monica Chittò!

Compensi illegittimi e il fallimento di una società alle spalle. Non si direbbe per nulla un buon curriculum quello con cui si presenta agli elettori il candidato Roberto Di Stefano, ai ballottaggi di domenica, a Sesto San Giovanni.

Tra le qualità di un buon amministratore di sicuro vi sono: onestà e competenza. Competenza non pervenuta visto che il signor Di Stefano quando rivestiva la carica di amministratore delegato di BIC LA FUCINA, incompatibile paraltro con quella di consigliere al Comune di Sesto, non solo non è riuscito a valorizzarne l'esperienza positiva, ma l'ha addirittura portata al fallimento.

Onestà come sopra, dal momento che ha mentito ai suoi concittadini, firmando un

Macron, un nuovo Presidente all'Eliseo

Buone notizie dalle presidenziali francesi. L'elezione del moderato-progressista Emmanuel Macron alla guida della Francia, con un programma fortemente europeista, pone un argine fondamentale all'estrema destra populista della Le Pen e rimette in moto il processo di crescita dell'Europa. Dopo la Brexit, e il continuo avanzare dei movimenti populisti, arriva dai cugini d'oltralpe un segnale positivo e rigenerante.

Si tratta però di non cadere nell'errore di leggere "En Marche" come un movimento di centrosinistra. In realtà, in questo nuovo millennio, all'insegna delle contraddittorie spinte della globalizzazione, i partiti di stampo novecentesco non possono più essere compresi con lo schema d

Con i "Dat" si promuove umanità nelle cure

Come ben sapete, nelle scorse settimane, la Camera dei Deputati ha approvato, in prima lettura, una legge sulle Dichiarazioni Anticipate di trattamento.Si tratta di una legge che considero di grande umanità, una legge leggera e non invasiva che tende a valorizzare una grande alleanza tra paziente, equipe medica e famiglia. Una legge moderna.

Esistevano ed esistono diversi filoni di pensiero, chi voleva una legge analitica, dettagliatissima, con moduli da compilare, crocette da barrare, e all'opposto chi non voleva una legge. Con il rischio, secondo me, di dover far decidere un giudice di volta in volta. Infine chi preferiva una legge leggera, morbida, umana.
Questa è stata la scelta della Ca

Minori stranieri non accompagnati: un sì di civiltà

Lo scorso 29 marzo la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge sulle "misure di protezione" dei minori stranieri non accompagnati. Si è trattato di un voto storico, al quale hanno aderito non solo i deputati di maggioranza, ma anche altre forze di opposizione. Viene introdotta una nuova legge che mi piace definire di grande civiltà, in quanto va a tutelare e difendere quei minori che entrano in Italia senza familiari, da soli. Si tratta di un fenomeno rilevante che, statistiche alla mano, è purtroppo in crescita. Nel solo 2016 i minori entrati senza nessuno erano oltre 25mila. Un numero praticamente raddoppiato rispetto ai circa 12mila minori registrati nel 2015. La maggio

Vitalizi e dintorni, basta falsità a CinqueStelle

La proposta del Pd taglia 2,4 milioni di euro l'anno, quella dei 5 Stelle esattamente zero. Facciamo un po' di chiarezza sul tema delle pensioni e vitalizi dei parlamentari, agitato le scorse settimane dal Movimento 5 Stelle in maniera del tutto fuori luogo con una grave deformazione dei fatti.

Mentre la proposta dei 5Stelle non avrebbe prodotto alcun risparmio, quella presentata dal Partito Democratico taglia le spese della Camera di 2,4 milioni di euro. Si tratta del più grande taglio ai vitalizi mai fatto prima, perché va a incidere su quelli maturati nelle precedenti legislature. Lo strumento scelto è il contributo di solidarietà previsto, a partire dal 1 maggio e per un triennio, per g

Verso il Congresso, opportunità per il Pd e l'Italia

È iniziato il percorso congressuale del Partito Democratico. Un congresso è sempre un'occasione preziosa di confronto, dibattito e accrescimento comune. Un'occasione preziosa per i diversi livelli, da quello locale a quello nazionale. Il confronto, il dibattito, le diverse visioni del partito e soprattutto del ruolo che devono avere nello sviluppo del Paese. All'interno del dibattito congressuale tutti hanno la stessa dignità nel dare il proprio contributo, perchè si tratta di un alto contributo di democrazia. Non solo il congresso, e tutte le sue discussioni, sono un bell'esempio da contrapporre alla visione del "partito azienda" o di quello etero diretto da strane simbiosi tra spettacolari

Approvato il "Milleproroghe"

Lo scorso 23 febbraio, la Camera dei Deputati ha convertito definitivamente in legge il decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, recante “Proroga e definizione di termini. Proroga del termine per l’esercizio di deleghe legislative”, comunemente conosciuto come “Decreto Milleproroghe”. La prassi dei cosiddetti decreti «milleproroghe» ha le sue origini a metà degli anni Novanta, e tutte le forze politiche che sono state forza di governo vi hanno fatto ricorso. Si tratta di strumenti straordinari per necessità ed urgenza, che rispondono a esigenze di norme altrimenti in scadenza.

Voglio solo ricordare alcune tra le più rilevanti disposizioni che necessitavano di essere prorogate. La proroga del

Decreto "salva risparmio" o "salva banche"?

In questi ultimi mesi i gravi dissesti finanziari di banche nazionali hanno portato il Governo a varare (lo scorso 23 dicembre) il decreto 237. Si tratta di un provvedimento che le Camere dovranno convertire in legge entro il tempo stabilito e che ha fatto discutere parecchio. Attualmente manca solo l'approvazione definitiva del Senato. Mi sembra doveroso chiarire alcuni elementi della norma e porre in riflessione alcuni temi. Si tratta di un decreto che intende sostenere, senza eludere la normativa europea che vieta il finanziamento statale alla banche, la liquidità e il rafforzamento patrimoniale degli istituti di credito in sofferenza. Quindi si tratta di un decreto per salvare il risparm

Referendum, un'occasione persa

L’esito del referendum è chiarissimo: 59% no, 41% sì. Si tratta, secondo me, di un’occasione persa. Bisogna però ricordare che la democrazia del popolo che si esprime è sempre la più alta forma di democrazia e, in quanto tale, va sempre rispettata.

Permettetemi però una riflessione sull’ occasione persa. Purtroppo il vero oggetto del quesito referendario è stato valutato dagli italiani in maniera residuale, mentre il voto si è concentrato su di un giudizio inerente il Governo. Il referendum si è trasformato, così, in una consultazione sintetizzabile nel “Renzi Sì” contro il “Renzi No”. Può un referendum costituzionale così determinante diventare un giudizio politico sul Presidente del Consi

Appello al voto - Insieme per il Sì

Il prossimo 4 dicembre, con il nostro Sì, saremo tutti chiamati ad esprimere un voto per cambiare l'Italia e guardare in avanti con fiducia e speranza. Con il nostro Sì siamo convinti che andremo a superare il bicameralismo paritario, l'unico modo per rendere più moderno, incisivo e rapido il sistema legislativo.Con il nostro Sì andremo a modificare il titolo V della Costituzione. Lo scopo sarà: migliorare i rapporti tra Stato e Regioni e azzerare i ricorsi per materia concorrente davanti alla Corte Costituzionale.

Con il nostro Sì andremo ad abolire il CNEL che in 70 anni dalla sua istituzione non ha compiuto la sua missione, è stato un baraccone inutile, e ci è costato un miliardo.   Legg

NEWSLETTER FOCUS E NOTIZIE DAL PARLAMENTO

Privacy e Termini di Utilizzo